Dualism

 

Ci sono cose che a volte ti passano davanti senza lasciare il segno. Ce ne sono altre che invece ti investono, ti rapiscono, ti esplodono nella testa.

Questo progetto nasce da un’epifania: vedendo una ballerina danzare ho visto, nella sua eleganza e nelle sue forme aggraziate, analogie mai colte con il mondo naturale. Da qui l’esigenza di affiancare la danza e i fiori in un dittico che racconti le due facce di una stessa, deliziosa ed elegante medaglia.

La scelta del bianco e nero, oltre a rispecchiare la mia personale espressione fotografica, trova forza nella necessità di esaltare la forma, nella sua complessa semplicità.